E’ stato presentato a Roma il “Rapporto Comuni Rinnovabili 2016” di Legambiente nel corso di un incontro presso la sede del GSE. Al centro del dibattito sono stati i risultati positivi dello sviluppo delle fonti rinnovabili. In 10 anni, infatti, la crescita delle fonti rinnovabili ha portato il contributo rispetto ai consumi dal 15 al 35,5% grazie ad un modello di produzione distribuito nel territorio con oltre 850mila impianti diffusi da Nord a Sud.
Ciò ha permesso un aumento della produzione pulita di 51,1 TWh, mentre il numero di Comuni in cui è installato almeno un impianto da fonti rinnovabili è passato da 356 a 8047. In 2.660 Comuni l’energia elettrica pulita prodotta supera quella consumata. Sono 39 i migliori Comuni d’Italia individuati da Legambiente, dove il mix di impianti diversi permette di raggiungere il 100% di energia da fonte rinnovabile.
L’Italia infatti è il primo Paese al mondo per incidenza del solare rispetto ai consumi elettrici, davanti a Grecia e Germania, e possiede alcune delle esperienze di innovazione più interessanti a livello mondiale che vedono protagonisti comunità, enti e imprese locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *