“Tre miliardi in tre anni per bonus dedicati alle ristrutturazioni edilizie – anche per condomini e alberghi – per il contrasto al dissesto idrogeologico e per l’edilizia scolastica. Previsto il potenziamento di quelli per la riqualificazione energetica e per gli adeguamenti antisismici.”

Così il comunicato stampa di palazzo Chigi annuncia le misure su detrazioni fiscali ed Ecobonus nella manovra finanziaria da 27 miliardi varata sabato 15 ottobre, ossia il disegno di Legge di Bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2017 e per il triennio 2017-2019.

Ecobonus potenziato e confermato per 5 anni

Le novità più importanti riguardano senz’altro l’ecobonus, cioè le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. La detrazione del 65%, per la prima volta, è confermata per 5 anni, fino al 2021.

Come annunciato, il bonus diventa più generoso per i condomini e quando l’intervento riguarda l’intero edificio, inoltre si applicherà anche agli alberghi.

Per gli interventi sull’intero involucro dell’edificio lo sgravio sale infatti al 70% della spesa, se gli interventi avranno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio, e al 75% se il lavoro sarà finalizzato a migliorare la prestazione energetica sia invernale che estiva.

Altro punto importante: ci sarà la possibilità di cedere lo sgravio fiscale non solo alle ditte che fanno i lavori, ma anche a soggetti terzi.

Il “sismabonus”

Altra novità il cosiddetto “sismabonus” per le spese sostenute al fine di adeguare gli immobili che ricadono in zone ad alta pericolosità sismica alle misure antisismiche, che sarà in vigore almeno fino al 2021.

La detrazione parte dal 50% fino al 70 e 80% a seconda di come gli interventi cambiano la classe di rischio. Anche il sismabonus permette di cedere i crediti fiscali a soggetti terzi.

Detrazioni del 50% per tutto il 2017

Prorogate invece per un anno le detrazioni del 50% sulle ristrutturazioni edilizie“semplici”, applicabili a molti altri interventi tra cui l’installazione di un impianto fotovoltaico e di batterie. In questo caso non cambiano le modalità di accesso.

Esteso a tutto il 2017 anche il bonus mobili: chi ha effettuato lavori nel 2016 e acquisterà mobili ed elettrodomestici di classe energetica elevata nel 2017 potrà beneficiare ancora di uno sconto Irpef del 50%.

Fonte QualEnergia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *